Elettrotreno "Vulcano" della Newag

Un pò di storia

Nasce nel 1896 come officina ferroviaria a servizio della nuova ferrovia Tarnowsko-Leluchowska. Tra il 1880 e il 1912  gli impianti vennero pian piano estesi e durante la prima guerra mondiale, le officine vennero adibite alla riparazione e alla costruzione di treni blindati per uso bellico dall'impero Ustriaco-Ungarico. Alla fine della prima Guerra Mondiale la fabbrica si trsformò in officina leggera a servizio delle delle ferrovie Statali Polacche  con 1800 unità di lavoro che nel 1992 vennero suddivise in vari standard  produttivi di materiale ferroviario, motoristico e di auto. Nel 1939, con l'occupazione da parte della Germania si portò ad un ampliamento di impianti e dei lavoratori ma con la ritirata, nel 1945, vennero trafugati o distrutti la maggior degli impianti di produzione.

Anhe dopo la Seconda Guerra Mondiale e la nascita della repubblica la fabbrica venne acquisita dallo stato e poi resa indipendente dalle ferrovie statali assumendo il nome di Zakłady Naprawcze Taboru Kolejowego "Nowy Sącz" w Nowym Sączu, Przedsiębiorstwo Państwowe Wyodrębnione, con un notevole aumento degli operai e della produzione. La lecomotive a vapore non vennero più prodotte così come la loro riparazione e manutenzione nel 1972, che fece posto alla trazione Diesel. Alla fine dei governo comunista la fabbrica nel 1989 venne privatizzata anche se controllata indirettamente dallo stato. Alla fine del 1994 il Ministero dei trasporti dispose la conversione in società con a capo la Tesoreria dello Stato.Tra il 2001 e il 2003 a causa del basso fatturato nella costruzione di materiale rotabile dovuto ai pochi ordini di costruzione da parte delle società ferroviarie la società venne acquistata da parte di imprenditori privati con l'attuale denominazione di fabbrica a partire dal 2005.  Nel 2012 ha prodotto il primo rotabile elettronico a piano ribassato (serie 35WE) e il primo tram 126N Nevelo. Nel 2013 produce l'elettrotreno 31WE con la velocità di 211,6 km/h stabilendo un record per i veicoli progettati e  costruiti in Polonia.

A dicembre del 2013 Newag entra sulla Borsa di Varsavia con azioni del  43,47% del proprio capitale.



Ci stiamo lavorando ... :)